Seguici su

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 54

HO VISTO COSE CHE VOI CASTELLANETANI...

  • 15 Aprile 2013
  • 5953

Io ne ho viste cose che voi castellanetani non potreste immaginarvi…

Ho visto 10 pullman da combattimento al largo di contrada Zirifico trasportare a Bari schiere di pidiellini “liberi e pensanti” che avrebbero pagato oro pur di esserci, anche 1.000 euro a coperto. E ho visto le bacheche degli stessi pidiellini balenare nel buio per la quantità di commenti invidiosi di chi, invece, non è riuscito a riempire nemmeno un apecar per manifestare a Roma contro la povertà…

Ho visto il pubblico in fiamme nei saloni del Palazzo Baronale dove le note, le parole, la buona volontà hanno trasformato un rudere in un ricercato cenacolo culturale di cui tutti sentivamo la necessità. E ho visto tavolate addobbate a carta e plastica balenare negli stessi saloni dove le cicerchie, la sazizz, le bruschette, sedano, finocchi e vino in tanica hanno ritrasformato un rudere in un’allegra trattoria di cui solo alcuni sentivano la necessità.

Ho visto anche il combattimento verbale tra amministratori e commercianti, nello stretto dell’aula consigliare, quando tutti hanno scoperto che i benedetti pensionati austriaci pagheranno 28 euro a testa, pensione completa, per andare a nanna alle 21. Lasciando Castellaneta Marina bella che illuminata, danzante e sfavillante per quel manipolo di extracomunitari che ormai la abita da settimane, e Castellaneta orfana degli austeri euro d’oltralpe. E ho visto gli occhi dei ginosini balenare di stupore quando hanno scoperto che la loro gravina è stata preferita a quella castellanetana per le escursioni perché, non ci crederete nemmeno voi, «più facilmente raggiungibile con i pullman» (chiedetelo agli autisti che sono andati a Bari…)!

Ho visto ancora gli occhi dei ginosini (sempre loro, sarà una congiura) infiammarsi di gioia al largo dello stabilimento di contrada Girifalco quando al ministero dello Sviluppo Economico tutti hanno firmato l’accordo con la QBell, anche il sindaco di Castellaneta Gugliotti (benedetto dall’ex ministro Fitto), per sistemare 105 dei 191 cassintegrati Miroglio: la maggior parte di loro, secondo voi, dove avrà la residenza? E ho visto un’idea balenare nella testa a u’uagnon nuestr e al suo vice Alfredino: trasferire al Comune la proprietà del capannone castellanetano per farci un bel… votificio (se il progetto dovesse naufragare, però, noi di ViViCastellaneta saremmo interessati)!

Ho visto, infine, l’elicottero di Vasco Rossi (è lui, tranquilli, una foto del suo unico e inconfondibile cappello ha dato certezze certe...) atterrare al largo del fiume Lato senza lo straccio di un comitato d’accoglienza, nemmeno un Magna Grecia Awards pronto all’abbisogna. E ho visto sempre Vasco Rossi, ma mentre balenava nel buio della notte sulla navetta dei nostri acerrimi nemici diretta a Marina di Ginosa: «Il Kalidiria è una topaia – la giustificazione del Blasco – vado a prepararmi per il tour a Villa Genusia». No! Scusate!!! Quest’ultima visione non contatela, era solo un incubo: ci mancherebbe pure lo scippo della rockstar, non lo sopporteremmo…

E tutti questi momenti andranno perduti nel tempo, come pizziche e quadriglie nell’anfiteatro comunale. È tempo di ballare, ‘tacca maestro!!!

Francesco Tanzarella