×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 54

CHROMOCASA, LA STORIA DI FRANCESCO E DEL SUO RITORNO

Francesco Rotolo, il protagonista di questa storia - foto Antonio Vernice Francesco Rotolo, il protagonista di questa storia - foto Antonio Vernice
  • 23 Dicembre 2013
  • 7220

Brian Tracy, consulente per Ibm e autore di numerosi libri diventati bestsellers americani, una volta ha detto: «Nulla uccide una vendita più velocemente della mancanza di entusiasmo». Entusiasmo è ciò che fino ad ora ha accompagnato il percorso di Francesco Rotolo, un giovane ragazzo castellanetano che a Castellaneta ci è nato, cresciuto e... tornato.

Sì, perché c'è chi nasce, cresce e va via per non tornare. Chi, una volta andato via, dimentica le sue origini, deridendo il proprio paese e chi le sue origini non le dimentica. Francesco è cosi: dopo anni vissuti tra sport e studio, non poteva dimenticare Castellaneta e i suoi affetti.

chromocasa porteE ha scelto Castellaneta per aprire la sua attività che coniuga al meglio la sua formazione con la voglia di autonomia professionale: Chromocasa, consulenza e vendita di soluzioni per la casa, come infissi, zanzariere, tende da sole, porte interne, esterne e blindate e anche parquet.

«Io credo nel mio paese. È vero, il castellanetano spesso si rivolge all'esterno per acquistare ma proprio per questo ho voluto creare qualcosa che potesse essere una novità per il paese. Io baso la mia attività, infatt, non solo sulla commercializzazione del prodotto ma anche e soprattutto sull'assistenza post vendita».

La linea d'azione intrapresa da Francesco rispecchia la sua formazione e l'esperienza lavorativa accumulata in questi anni. Laureato a Teramo in "Pubblicità, Marketing e Comunicazione aziendale", master in "Sales e Marketingad Ancona, Francesco ha iniziato subito a lavorare: le esperienze effettuate al villaggio Valentino di Castellaneta Marina e docenze di marketing all'istituto "Mauro Perrone", hanno presto lasciato il posto ad una nuova sfida lavorativa che lo ha visto nelle vesti di funzionario commerciale per un'azienda di Teramo.

«Per me è stata una scelta più che altro professionale. Non guadagnavo molto ma questa esperienza mi ha permesso di crescere in quello che realmente volevo fare». Per quasi due anni la vita di Francesco è stata con una valigia in mano, in giro per l'Italia, incontrando clienti per la propria azienda. Poi... la crisi, il ridimensionamento aziendale e nel momento di difficoltà si è presentata quindi l'opportunità di tornare a Castellaneta, per investire in una propria attività.

«Più lavoravo da dipendente e più sentivo dentro di me la voglia di lavorare autonomamente e il ritorno a Castellaneta mi ha dato questa possibilità. Per cui ho vissuto tutto questo come un nuovo inizio».

chromocasa parquetL'entusiasmo? C'è ancora. È quello che muove l'intera attività di Francesco nonostante crisi e concorrenza; è quello che ha portato Francesco a sostenere economicamente due società sportive del suo paese nonostante la neo attività; è quello che porta Francesco a parlare della sua attività usando "noi" e non "io": «Sto cercando di instaurare rapporti di collaborazione con altri ragazzi le cui attività ruotano attorno al mondo della casa perché voglio creare una rete. L'obiettivo è quello di creare eventi e fornire un'offerta completa, far conoscere ad architetti e geometri le professionalità presenti a Castellaneta».

La chiacchierata con Francesco non poteva che concludersi chiedendogli un consiglio e un suggerimento per quei ragazzi che, in attesa di qualcosa, vivono passivamente nel loro paese: «Non aspettate il posto fisso. Piuttosto createvi il vostro progetto personale, la vostra idea e seguitela. Tutti gli inizi sono difficili ma non bisogna abbattersi. Ci vogliono scelte ponderate e soprattutto tanza pazienza perchè si cresce gradualmente. Posso solo dire questo».

Questa è la storia di Francesco, una storia che in un momento di difficoltà come questo ci consegna una grande morale. Si può anche studiare fuori, fare esperienza e poi tornare nel proprio paese per investire e contribuire nella sua crescita, mettendo a frutto gli insegnamenti acquisiti. E sopratutto, da soli non si va da nessuna parte: bisogna fare squadra con persone ed aziende che condividono lo stesso entusiasmo e gli stessi clienti. In bocca al lupo Francesco!

Annabella Fuggiano

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
27
28
29
30

Parola di Rocco

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su

cia logo