CastStory · LARGO FONTANA E SLARGO SAN MICHELE #21

Inaugurata la fontana nel 1871, in quello slargo urbano che era stato l’Orto delle Monache, rimaneva la necessità di una radicale sistemazione di quella zona che aveva visto la costituzione spontanea di un borgo esterno alle mura, nei pressi della Chiesa extraurbana di San Michele.

1 Orto delle Monache diventato oggi Piazza Umberto

Gli amministratori dell’epoca dovettero disciplinare questa caotica, ma allora poco consistente, attività edilizia, indirizzando lo sviluppo urbano verso occidente, lungo un asse stradale che allora era secondario ma che collegava la strada proveniente da Taranto e, tangenzialmente all’antico abitato, conduceva al colle di San Martino lambendo a sud la zona detta della Sargella e a nord il Convento dei Cappuccini (San Rocco) e i prosperosi orti agricoli.
Ma è soltanto nel 1887 che, grazie a Mauro Perrone, inizia un ricco programma di sistemazioni urbane complesse e lungimiranti, realizzate ai margini del vecchio centro storico.

Dunque fuori la porta Grande si realizzò la sistemazione definitiva del largo Fontana e dello slargo san Michele.

2 Largo Fontana appena realizzato

Nel largo Fontana si era determinata una situazione caotica, con fossi e avvallamenti pericolosi anche dal punto di vista igienico-sanitario : “Difatti essendo la superficie del terreno ondulata e ricoperta da tanti piccoli cavi, questi non permettono che l’acqua sia piovana che quella proveniente dalla Fontana che sta in mezzo al largo abbia libero scolo, ma invece si ferma in tutte le cavità che incontra e si imputridisce esalando così dei miasmi che recano fastidio serio agli abitanti dei luoghi vicini non solo ma anche a quelli che son costretti a passare di là”.

Nel progetto redatto dall’ingegnere Michele Gioia da Mesagne nel 1887 si prevedeva la sistemazione di due strade carrabili larga ciascuna 7 metri, oltre a marciapiedi e cunette, parallelamente alla linea dei fabbricati esistenti. Le due strade definivano una piazza centrale costituita da “un’alta banchina di delimitazione la quale sarà superiore a quelle stabilite per le strade laterali e avrà una lunghezza a partire dalla via Provinciale per Taranto (oggi via Roma) verso la chiesa di san Michele di metri 177,50”. Per desiderio dell’Amministrazione nella parte compresa tra la fontana e la strada Provinciale doveva realizzarsi “una pubblica villetta” mentre il resto della piazza era adibito “a pubblico passeggio”.

3 Largo Fontana e la villetta

 

Nello stesso progetto la nuova piazza era raccordata allo slargo san Michele dove era previsto basolato nuovo. Più difficile la sistemazione della parte nord per la presenza di servitù private che nel tempo si erano costituite: botteghe sotterranee, lucernari di locali sottoposti e volte estradossate a quota rialzata. Ma anche qui il problema brillantemente risolto con una spesa totale di lire 14410.

6 Piazza Umberto ex Largo Fontana

cast1

Aurelio Miccoli


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2
3
4
5
6
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
23
24
25
26
27
28
29
30

Parola di Rocco

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su

cia logo