Seguici su

RACCOLTA PORTA A PORTA, «IL 2017 PREMIA CASTELLANETA»

«Nel primo anno di start-up del sistema di raccolta differenziata dei rifiuti Castellaneta centra gli obiettivi prefissati: ottenuta la premialità per diminuire l'ecotassa regionale da € 25,82 a € 7,50 a tonnellata - un risparmio per i cittadini di circa 150.000 euro - e superata la quota del 30% di rifiuti annui differenziati, requisito richiesto dal programma Bandiera Blu, l'autorevole riconoscimento europeo assegnato dalla Fee (Foundation for Environmental Education).

I dati dell'Osservatorio Rifiuti della Regione Puglia certificano dunque la buona partenza della raccolta differenziata nella città di Valentino, che a dicembre conferma di frazionare più del 40% dei rifiuti, ed evidenzia il calo dei rifiuti prodotti, oltre 100 tonnellate in meno, rispetto al dato del mese precedente.

Come dire che differenziando si producono meno rifiuti e si riduce anche riduce anche il fenomeno del "turismo del rifiuto", alimentato da residenti in altre località, che pur di non effettuare a casa la differenziata, conferiscono nei cassonetti stradali di Castellaneta i propri rifiuti.

"Superando la quota del 30% di rifiuti differenziati nel 2017, abbiamo centrato il nuovo requisito richiesto dal programma 2018 della Bandiera Blu - commenta il sindaco del Comune di Castellaneta, Giovanni Gugliotti -. Il turismo balneare è uno dei punti di forza del nostro comune, in grado di creare sviluppo e occupazione, e con la Bandiera Blu vogliamo certificare Castellaneta fra le migliori località marittime d'Italia. La nostra città ha tutti i requisiti per ottenere il prestigio riconoscimento per la quarta volta consecutiva, sia per la qualità delle acque che per la sostenibilità ambientale, pertanto grazie ai buoni risultati della raccolta differenziata, abbiamo candidato Castellaneta al programma Bandiera Blu 2018".

Partito il 20 febbraio 2017, prima centro storico e attività commerciali, dal 15 settembre Castellaneta Marina, e dal 30 ottobre nelle zone centrali del centro abitato, il nuovo sistema di raccolta sta coinvolgendo gradualmente le diverse zone del territorio. Nelle scorse settimane è stata completata la distribuzione del kit pattumelle a tutte le utenze cittadine, a breve il nuovo servizio coinvolgerà tutto il centro urbano. I prossimi quartieri coinvolti sono quelli a sud del centro abitato. A partire da sabato 20 gennaio, infatti, i residenti di via Mastrobuono (e traverse) saranno chiamati a migliorare la qualità del servizio di igiene urbana, con il "il sistema porta a porta", che permette di dividere i rifiuti nelle abitazioni e depositarli comodamente fuori dalla porta evitando di recarsi al cassonetto, o nelle pattumelle condominiali, nei condomini dotati di pertinenze interne.

"Il mese di dicembre registra un dato importante per il nostro Comune, la produzione di rifiuti scende sotto la soglia di 40kg per abitante – spiega l'assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Castellaneta, Giuseppe Angelillo - con vantaggi per l'ambiente in cui viviamo e per i conti comunali. E ancora, a conferma del trend positivo, aumenta il conferimento della frazione organica, da 48 tonnellate di novembre alle 67 di dicembre, e diminuisce sempre più il rifiuto indifferenziato smaltito in discarica, da 418 a 384 tonnellate. Terminata la consegna del kit pattumelle, siamo pronti per estendere il porta a porta su tutto il centro urbano, con l'obiettivo di raggiungere nei primi mesi dell'anno il 65% di raccolta differenziata".

Per informazioni sul nuovo servizio, risolvere problematiche o chiarire perplessità, è a disposizione il numero verde 800821697 (attivo dal lunedì al sabato nella fascia oraria 08:00 – 12:00), o in alternativa l'Ecopoint di via Don L. Sturzo (Centro Polivalente), dalle 09:00 alle 13:00 di lunedì, mercoledì e sabato, e dalle 16:30 alle 18:30 il martedì, giovedì e venerdì».

Comunicato stampa
Comune di Castellaneta


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA