"UN' ALTRA CITTÀ" SI RINNOVA, RUBINO INVECE LASCIA: QUERELATO DAL SINDACO

Rubino, pur senza mai nominarlo, si riferiva all'ex assessore comunale Pinuccio Bellino. Per questo, fa sapere "Un'altra Città", è stato querelato dal sindaco: «denunciamo pubblicamente le modalità di fare politica che persistono in questo paese - scrivono gli attivisti di centrosinistra - di chi usa ancora la querela come arma intimidatoria nei confronti di chi cerca di denunciare alla cittadinanza, fatti e atti che non brillano certamente per la loro trasparenza.

Condanniamo questo modo vecchio e purtroppo frequente di fare politica nel nostro paese, ma sicuramente questo non fermerà la nostra voglia di denunciare pubblicamente e opporci a tutto quello che riteniamo non essere trasparente e a favore di pochi contro i diritti di tutti. Solidarietà a Leonardo Rubino».

Ma il gruppo di "Un'altra Città" oltre a voler informare la popolazione circa la querela che, di fatto, ha chiuso la lunga esperienza politica di Rubino è pronto a ripartire: martedì 28 novembre nella nuova sede di via Pisanelli 51, infatti, si è riunita l'assemblea degli iscritti per eleggere il nuovo direttivo.

Eletti Donatello Lemma portavoce, Isa Todisco segretaria e Rocco Rizzo tesoriere.

«Il Movimento politico un’altra Città, sin dal momento della fondazione con un proprio atto costitutivo e un proprio statuto, si era prefisso come scopo quello di non essere un mero cartello elettorale che esaurisse la sua vita al termine delle elezioni, ma che proseguisse l’attività politica nella città, occupandosi di argomenti sociali e culturali di interesse collettivo nazionale e locale, diventando un vero e proprio punto di riferimento per i valori che caratterizzano la sinistra e di cui questo paese ha sempre più bisogno».

Redazione ViViCastellaneta


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Eventi

Parola di Rocco

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su

cia logo