MOLESTIA E DEGRADO IN UNA CASA COMUNALE: ESPOSTO IN PROCURA

Con un esposto inviato alla Procura della Repubblica, ai Carabinieri, alla Polizia Locale, all'Ufficio Igiene e al Comune di Castellaneta, i residenti del quartiere san Domenico hanno denunciato il contesto invivibile venutosi a creare ormai da tempo, nei pressi di un'abitazione di proprietà comunale sita in piazza san Domenico, assegnata ad una persona ma di fatto occupata in pianta stabile da un solo figlio.

L'esposto, tutt'altro che morbido, parla di molestia, degrado ambientale, alto rischio igienico sanitario, urbanistico e pericolo per la pubblica e privata incolumità.

«L’appartamento - denunciano ben 31 firmatari - diventa in maniera sistematica luogo di bivacco da parte di numerosi avventori, alcuni ospitati in modo stanziale, responsabili di costanti episodi di aggressione fisica e verbale: a qualsiasi ora del giorno e della notte, nel quartiere si sentono urla e rumori di ogni genere che impediscono la tranquillità, il riposo e soprattutto creano notevoli problemi all’incolumità fisica di tutti residenti e alla sicurezza pubblica.

Inoltre - aggiungono i residenti del quartiere san Domenico - il frequente stato di ubriachezza di chi bivacca costantemente in quell'abitazione costituisce uno stato di rischio per la sicurezza delle abitazioni dell’intero quartiere.»

Una situazione vecchia e nota a tutti, Carabinieri in primis, che spesso nel cuore della notte sono costretti ad intervenire per mettere fine a festini a base di alcol o per sedare risse a colpi di coltello (clicca qui per rileggere uno di questi episodi).

Con l'introduzione della raccolta differenziata porta a porta in tutto il centro storico, poi, si è aggiunto un altissimo rischio di carattere igienico-sanitario:  «Gli occupanti, infatti utilizzano cantine private in stato di abbandono per depositare quotidianamente cumuli di rifiuti organici».

Oggi, i 31 firmatari che più volte, informalmente, avevano interessato i politici locali, confidano in un intervento tempestivo e risolutivo: «vorremmo sia garantita la sicurezza e l'ncolumità dei cittadini residenti e di passaggio nel nostro quartiere che, ricordiamo, rappresenta uno dei principali punti di accesso al centro storico di
Castellaneta per turisti, visitatori e fedeli. 

Da tempo viviamo nelle morsa di numerosi sbandati che deturpano quotidianamente il nostro quartiere, rendendolo pericoloso e inabitabile». 

Redazione ViViCastellaneta


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
27
28
29
30

Parola di Rocco

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su

cia logo