"CIRCOLARE GABRIELLI": A CASTELLANETA SALTA LA "NOTTE DI SANT'ULIJ"

La notizia era purtroppo nell'aria e da poco è stata ufficializzata dall'associazione "Amici delle Gravine": la terza edizione de "La notte di Sant'Ulij" è annullata e rimandata a data da destinarsi.

Le ragioni sono da ricercare nella recentissima circolare a firma del capo della Polizia Gabrielli, a seguito dei fatti avvenuti in piazza a Torino durante la proiezione della partita di calcio tra Juventus e Real Madrid: «senza entrare troppo nel merito ci tocca spiegare che all’interno sono definite nuove responsabilità (anche per gli stessi organizzatori) e regole per lo svolgimento di eventi (senza che sia indicata la portata degli eventi stessi in maniera inopinabile) allo scopo di garantire la sicurezza alle persone ed ai luoghi.

Alcune di queste nuove caratteristiche (un preliminare piano redatto da un professionista che indichi il numero di presenze previste, la definizione di un’area delimitata con una entrata ed un’ uscita, un tornello all’ingresso che tenga conto delle persone presenti, nonché la presenza di steward, metal detector ed altre misure a carico degli organizzatori) sembrano essere totalmente lontane dai nostri piccoli eventi e rischiano di “paralizzare” l’intero cartellone, eventi religiosi compresi, ma in materi di sicurezza non si può “presumere”.

Sembrerebbe ovvio che le misure puntano a grandi eventi come il recente concerto di Vasco, tuttavia la circolare non dà indicazioni precise (come ad esempio i metri quadrati oltre i quali un evento possa essere definito come “grande”) per questa ragione il rischio è che si appronti il tutto, compresi i soldi degli sponsor, le band che suoneranno, gli artisti coinvolti oltre che al tanto tempo ed alle energie degli stessi organizzatori, per poi vedere la questura bloccare lo stesso non avendo ancora chiarito cosa fare per questi piccoli eventi».

Annullata dunque una festa nata con lo scopo di celebrare un laghetto posto sul fondo della nostra gravina grande,  noto ai nostri padri, quando non vi era la possibilità di spostarsi facilmente nella marina. Sant’Ulij consentiva di trovare refrigerio dalla calura estiva, non senza rischi, pare infatti che portasse via “un ragazzo al giorno” . Una festa semplice che voleva ripercorrere suoni, tradizioni, sapori della tradizione, legati a doppio filo con la nostra amata gravina.

«L’associazione “Amici delle Gravine di Castellaneta” ed il suo presidente Rocco Colamonico non essendo ad oggi riusciti a dipanare la matassa che porterebbe a risposte certe in merito allo svolgimento dell’evento stesso, ed essendo abituata ad una programmazione e pianificazione di ogni passo compiuto in questi anni, non crede di avere tempo sufficiente per poter garantire anche agli stessi sponsor, la certezza della realizzazione della festa, per questo si è scelto di non optare per una organizzazione “al cardiopalma” ma di decidere per tempo che l’edizione di quest’anno non ci sarà.

Un doveroso ringraziamento va alle attività commerciali che avevano scelto di sostenere economicamente l’edizione di quest’anno, a breve i fondi raccolti verranno resi, nell’attesa di prossimi eventi da condividere.

Questo è ovviamente un arrivederci: i ragazzi e le ragazze dell’ associazionehanno dimostrato grande tenacia e forza di volontà, ma talvolta, quando la mappa non è chiara, non è il caso di intraprendere il cammino».

Redazione ViViCastellaneta


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
27
28
29
30

Parola di Rocco

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su

cia logo