"IL PAESAGGIO CONDIVISO", CORSI E LABORATORI ANCHE PER I PIÙ PICCOLI

  • 16 Maggio 2017
  • 1737

In qualche modo, l’idea alla base del progetto “Il Paesaggio Condiviso” è nata qui, nelle aule dell’istituto comprensivo “Giovanni XXIII” di Palagiano.



Molto prima che l’associazione di protezione civile Cover e l’agenzia Movimex ne definissero i dettagli, infatti, i piccoli alunni della scuola elementare erano già parecchio avanti con il lavoro: avevano immaginato come potesse diventare il parco comunale di Palagiano, come dal rudere lasciato lì per anni a marcire potesse nascere qualcosa di nuovo, e avevano tradotto quell’idea in una serie di plastici, esposti anche in occasione della conferenza di presentazione dello scorso dicembre.

Quello fu un progetto didattico, “Il Paesaggio Condiviso” è invece un progetto dinamico, che sta realmente trasformando il parco. E insieme a questo intervento, sta diffondendo il verbo dell’ecosostenibilità, virtù poco praticata negli ultimi anni tanto da produrre quei guasti che, periodicamente, si trasformano in calamità, pensiamo alle alluvioni, e in lavoro per i volontari della protezione civile.



Sono i temi che l’associazione Cover e i formatori stanno portando nelle scuole superiori del territorio che hanno aderito al progetto e che, in coda al ricco calendario di eventi partito lo scorso anno, sono arrivati anche nelle aule degli alunni di elementari e medie dell’istituto “Giovanni XXIII”.

Lezioni frontali e laboratori, quindi, condotti dalla pedagogista Sonia Socci e dalla psicologa Maria Grazie Scarano, con l’animata partecipazione dei ragazzi.

Prima si inizia, infatti, meglio il messaggio si propagherà. Già, perché bambini e ragazzi si trasformano in strumento di sensibilizzazione a portata di tinello: quando la famiglia si riunisce, insomma, i più piccoli salgono in cattedra.

Redazione ViviCastellaneta

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
19
20
21
23
25
26
27
28
29

Parola di Rocco

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su

cia logo