"ACCORDI E DISACCORDI" VERSO #CASTELLANETA2017

Quello che molti avevano già ribattezzato ironicamente come "il segreto di Pulcinella" è stato da poco rivelato: Il Partito Democratico di Castellaneta rompe gli indugi, presenta la sua nuova veste grafica e si prepara a scendere in campo, in una lista civica, a supporto del candidato uscente Giovanni Gugliotti.

Più indizi fanno una prova: la lista civica si chiamerà "+DEM Castellaneta Democratica" e per apprezzarne la grafica, con forme e font riconducibili a quelli del PD, basta guardare i manifesti affissi in città o spulciare le pagine Facebook, addobbate per l'occasione, di quasi tutti i Dem castellanetani.

Facebook, dicevamo, come era prevedibile si è presto trasformato in un vespaio di polemiche: tutti contro Peppe Nico (a destra in foto), militante Dem e renziano convinto, tutti contro il segretario De Novellis, tutti contro il Pd per il suo "inciucio" chiacchierato con Gugliotti.

Intanto, la campagna elettorale entra nel vivo e il sindaco uscente perde per strada tutti i competitors che 5 anni fa gli contesero la poltrona: Rocco Loreto e Giuseppe Rochira, infatti, ad ormai meno di 2 mesi dalle elezioni non hanno battuto colpi, Cristiano Rizzi (a sinistra in foto) invece ha da poco ufficializzato il suo "passa parola" smentendo chi lo collocava vicino agli ambienti di Castellaneta Rinasce e del candidato sindaco Di Pippa (che dal palco del teatro Valentino gli rese grazie tra gli applausi del pubblico per il suo supporto). 

Con un comunicato stampa, l'avvocato ex Futuro e Libertà ha impugnato l'arco ed ha svuotato la sua faretra, definendo la coalizione di Gugliotti «Un'inedita accozzaglia fra sostenitori anche storici della destra castellanetana e dirigenti del Partito Democratico»; poi si è rivolto a Schiavone (senza però mai nominarlo) affermando di non condividere l'idea che «la politica debba ridursi miseramente all'occupazione di un seggio in Consiglio comunale, ammesso che si abbia la forza e la credibilità politica per conquistarlo» (clicca qui per rileggere la presa di posizione e la scesa in campo di Schiavone). Infine, sottolineando che non si candiderà, ha chiarito di aver provato a sposare un progetto civico diverso da quelli realizzati in passato, prendendo atto con rammarico di non poter proseguire il percorso comune. Le motivazioni però non sono state rese note.

Dario Benedetto


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
15
17
19
21
22
23
24
25
26
27
29
30
31

Parola di Rocco

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Dok

Seguici su

cia logo